Grazie all’impegno della Fondazione, nelle Scuderie di Villa Ortolani è stato allestito il “Museo della Villa padronale”, testimone delle attività dell’importante azienda agricola che qui era stata creata e della vita contadina che la animava.

L’esposizione documenta un secolo di storia, dal 1851 al 1950, periodo in cui la famiglia Ortolani guidò lo sviluppo di questa frazione lughese.

Un passato scandito dall’alternarsi delle stagioni e segnato dalla fatica del lavoro nei campi, che, prima della meccanizzazione dell’agricoltura era sinonimo di sudore, un periodo, peraltro,  contraddistinto dalla lungimiranza di persone, come gli Ortolani, che grazie alle loro innovazioni in agricoltura ed nella ricerca per migliorare l’allevamento del bestiame, riuscirono a proiettarsi nel futuro con colture ed allevamenti all’avanguardia ed attrezzi mai visti prima.

Qui si trovano gli oggetti più svariati di utilità comune nella vita quotidiana dei contadini del tempo. Sono strumenti di lavoro come i gioghi per i buoi, i forconi, la macchina per filare la canapa, le fruste a movimento meccanico, tecnologie d’altri tempi e pezzi unici che testimoniano la portata innovativa dell’attività sviluppata da questa importante famiglia di agronomi; non mancano neppure i classici utensili e strumenti di cucina come pentole e stoviglie varie.

Grazie alla ricchezza di materiale, che rappresenta una rivisitazione del passato per gli adulti e sollecita la curiosità dei ragazzi, il Museo è già stato meta di molti visitatori.

 

Si possono organizzare visite guidate telefonando nelle ore d’ufficio a:

Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo – 0545/39950

Delegazione Comunale di Voltana: 0545/72885.