Recupero del G91Y utilizzato per 30 anni a partire dal 1960 dall'Aeronautica.

Il G91Y del museo Francesco Baracca, dopo alcuni mesi di accurati restauri, è tornato al suo originale splendore e fa di nuovo bella mostra di sè nel cortile interno della struttura dedicata all’asso lughese del cavallino rampante. Il velivolo, in dotazione sino ai primi anni ’90 al 101esimo Gruppo C.B.R. di base a Cervia, aveva effettuato il suo ultimo volo nel novembre ’94. Dopo dieci anni di permanenza al museo di cui sopra, iniziavano a vedersi i primi segni di decadimento e l’Associazione Amici Museo Baracca, coinvolgendo anche il 15° stormo di Cervia, decise di intraprendere un processo conservativo. L’aereo in questione era un cacciabombardiere bimotore a getto e ala a freccia prodotto negli anni ’60, utilizzato dall’Aeronautica Militare come mezzo da attacco leggero e operativo fino agli anni ’90.